venerdì 28 dicembre 2012

2013: l'aquila tornerà a volare?


16/05/2010, ultima giornata del campionato di calcio 2009/2010, l' U.S. Città di Palermo chiude al 5° posto dopo una stagione esaltante, dove otterrà il record di punti in una singola stagione, il record di gol segnati, il record di vittorie, il minor numero di sconfitte, il record di imbattibilità casalinga e esprimendo uno dei calci più belli d'Italia. Era il Palermo di Cavani, Nocerino, Cassani, Bazaretti, Kjaer, Sirigu e Pastore, una squadra piena di talento che se lasciata crescere poteva dare tantissime soddisfazioni e aspirare a grandi traguardi; ma al termine della stagione la dirigenza Palermitana decide di vendere 2 giocatori: Cavani, che passerà a Napoli diventando uno dei migliori centravanti del mondo e Kjaer.
Davide Mauro
Stagione 2010/2011 il Palermo non vive una stagione felice in campionato ma riesce a riscattare un campionato in chiaro scuro riuscendo ad arrivare in finale di Coppa Italia, poi persa, attirando allo stadio olimpico di Roma 40.000 Palermitani provenienti da tutto il Mondo. La finale di Coppa Italia è il punto massimo toccato dal Palermo Calcio nell'era Zamparini e forse anche della storia rosanero, ma al termine di quella partita qualcosa nel Palermo calcio cambiò. Il primo cambiamento è stato il non proseguire il rapporto con Delio Rossi, l'allenatore che aveva fatto rendere al massimo quel gruppo e che a Palermo era amatissimo, poi i tifosi del Palermo hanno assistito impotenti ad un indebolimento progressivo che ha visto partire dal capoluogo Siciliano tutti i maggiori artefici dei 2 più grandi traguardi raggiunti: da Nocerino, regalato inspiegabilmente al Milan, a Cassani, passando per Pastore, Sirigu e Balzaretti, da queste cessioni il Palermo ha ricavato circa 60 milioni di Euro rinvestendone nel mercato pochi e soprattutto male. Tutte queste cessioni non sono state seguite da acquisti di qualità e questo ha portato il Palermo dal lottare per la Champions League a lottare per la salvezza. Inoltre da quel 29/05/2011, data della finale di Coppa Italia, non si è visto uno straccio di progetto tecnico, i tifosi non hanno visto la voglia di migliorare la squadra e guardando la società da fuori sembra che ci sia molta confusione nelle scelte: nelle ultime 3 stagione si sono avvicendati 4 direttori sportivi, 7 allenatori e sono passati diversi giocatori. Il 2012 è stato un anno orribile per la società Siciliana, nell'anno solare il Palermo ha ottenuto solo 8 vittorie e nella stagione in corso si trova al terzultimo posto. Anche questa stagione la confusione societaria l'ha fatta da padrona, in estate il presidente Zamparini ha ingaggiato un nuovo allenatore, Giuseppe Sannino e un nuovo DS, Giorgio Perinetti, durante le interviste estive il presidente ha parlato di questi 2 innesti come i migliori acquisti della società ma dopo appena 3 giornate Sannino è stato silurato e dopo qualche giornata ci sono state anche le dimissione di Perinetti. Adesso l'allenatore del Palermo è Gasperini, che sta dando un discreto gioco alla squadra ma ottenendo pochissimi punti, anche a causa di una rosa di una qualità infima. Oltre al nuovo allenatore il Palermo ha un nuovo amministratore delegato, Pietro Lo Monaco. Proprio su Lo Monaco sono oramai riposte le ultime speranze di rinascere, il tifoso Palermitano è ormai molto sfiduciato dalla gestione Zamparini e non crede più al presidente, lo stadio è sempre più vuoto e la fiducia attorno alla squadra è sempre più bassa. Lo Monaco ha dato una piccola speranza ai tifosi grazie a dichiarazioni convincenti e ad un curriculum di tutto rispetto. Adesso però devono seguire i fatti perchè la salvezza è un traguardo fondamentale per il Palermo e la rosa attuale non da l'impressione di poterla raggingere.
Io da tifosissimo del Palermo:
Mi auguro che in questo 2013 il Palermo nella figura di Zamparini riesca a dare continuità ad un progetto, naturalmente il progetto non deve essere quello avviato la scorsa estate ma un progetto che riesca sfruttare in pieno le risorse che la società ricava da sponsor, stadio e televisioni, che sicuramente non sono da 17° posto.
Mi auguro che con Lo Monaco e Gasperini Zamparini sia paziente e che riprenda ad investire come la piazza di Palermo merita.
Mi auguro di non rivedere più a Palermo giocatori che non sono degni di indossare la maglia rosanero.
Mi auguro di vedere nuovamente il Barbera pieno e carico di entusiasmo.
Mi auguro che si facciano passi avanti per la costruzione del centro sportivo e dello stadio che darebbero un'altra dimensione al Palermo.
Mi auguro che venga rinnovato il contratto a Miccoli, il nostro capitano, l'unico calciatore di spessore che ci è rimasto e uno dei pochi che tiene realmente alla maglia.
Mi auguro che nel prossimo mercato di Gennaio la società punti su giocatori pronti e forti e non su scommesse sconosciute.
Ma soprattuto di auguro di riusicre a mantenere la serie A.
Inoltre auguro a tutti voi che leggete un 2013 più felice del 2012 appena concluso.


Davide Mauro